Qualità dell’aria

La sfida legata alla qualità dell’aria interna

Sebbene difficile da percepire, la cattiva qualità dell’aria interna è diventata un vero problema per la  salute pubblica. L’aria interna è da 5 a 10 volte più inquinata di quella esterna. Generalmente, gli alti livelli di inquinamento dell’aria interna non vengono facilmente rilevati dagli abitanti. Tuttavia  questi possono essere causa di molte malattie, di problemi respiratori e di una sensazione generale di «malessere». Mentre un tempo c’era poca preoccupazione per l’inquinamento dell’aria nelle case, oggi le nostre case sono sempre più isolate per ridurre il consumo di energia ed il problema si fa sentire sempre più. Oggi rinnovare l’aria nelle case è diventata una necessità.

L’installazione di una macchina per la ventilazione meccanica controllata (VMC) è perciò necessaria in quanto consente di:

  • Rinnovare l’aria  (estrazione di CO2)
  • Estrarre l’umidità (respirazione / doccia / cucina …) per raggiungere il comfort: 40-60% di umidità relativa
  • Rimuovere  i COV (Composti Organici Volatili) e le sostanze inquinanti dei materiali in casa, in particolare la formaldeide.

E’ proprio questo il ruolo principale della VMC termodinamica MyDATEC.

Quando si gestiscono al meglio i  flussi di ventilazione, diventa evidente la valorizzazione delle perdite di calore associate all’estrazione dell’aria.

MyDATEC oggi fornisce con le sue attrezzature molte scuole, asili, laboratori di dentisti  o medici generale, luoghi nei quali bisogna essere intransigenti sulla qualità dell’aria interna.

In che modo MyDATEC migliora la qualità dell’aria interna

MyDATEC rinnova l’aria: La VMC termodinamica è l’unico sistema di riscaldamento aria/aria che funziona esclusivamente con aria nuova, il che significa che gli inquinanti interni vengono estratti di continuo (contrariamente a una pompa di calore aria/aria classica che funziona riciclando l’aria interna). Poiché le calorie dall’aria estratta vengono recuperate dal sistema MyDATEC, la dispersione del calore dovuto alla ventilazione non è più un problema. A differenza di altri sistemi di VMC che riducono al minimo i flussi d’aria per evitare le perdite di energia associate al rinnovamento dell’aria, la VMC termodinamica MyDATEC estrae quanto è necessario, mantenendo il massimo comfort e proteggendo  l’edificio dai danni derivanti da umidità (muffe, funghi …)

Confronto dei flussi in m3/ora di ventilazione minimi normativi, con  i flussi generati dalla VMC termodinamica MyDATEC

Numero locali principali 1 2 3 4 5 o +
VMC Flusso Semplice Igroregolabile 10m3/h 10m3/h 15m3/h 20m3/h 25m3/h
VMC a Flusso semplice autoregolabile 35m3/h 60m3/h 75m3/h 90m3/h 105m3/h
VMC termodinamica MYDATEC da 100 a 300 m3/h  da 110 a 300 m3/h da 150 a 300 m3/h da 160 a 300 m3/h da 170 a 300 m3/h

MyDATEC filtra gli inquinanti, gli allergeni … : Il sistema MyDATEC esegue un doppio filtraggio, sull’aria estratta e sull’aria nuova prima che entri in casa. Fondamentale per chi soffre di allergie e di asma, il sistema è particolarmente efficace contro gli allergeni e le classiche sostanze inquinanti. E’  comunque molto importante pulire regolarmente i filtri della vostra VMC MyDATEC. (Categoria di  filtri da G4 a M5)

.

In che modo la VMC MyDATEC regola l’umidità

Qualità dell’aria

Il sistema MyDATEC ha una naturale tendenza a deumidificare. Infatti la pompa di calore recupera il calore sensibile (calore trasmesso per contatto) e il calore latente (calore generato dai cambiamenti di stato dell’acqua), cosicché  l’aria immessa è sempre più secca dopo il passaggio nella pompa di calore. Per questo motivo  la VMC a doppio flusso termodinamico MyDATEC viene spesso utilizzata ed apprezzata nelle zone vicine al mare o per il trattamento di locali particolarmente umidi. Il livello di umidità ideale è compreso tra il 45% e il 65% di umidità relativa: al di sotto di questo livello l’aria è troppo secca, al di sopra l’aria contiene troppa umidità (sensazione di freddo) e a partire dal 100% inizia la saturazione o la nebbia.

.